Added by on 9 ottobre 2017

Io e la mamma di Luca

. . Me lo aveva messo tutto dentro, era enorme eppure io l’avevo preso tutto. è GIUSTA LA MIA CONDOTTA ? Grazie servirà per il futuro. Tocco punti di inaspettato piacere e lei si inarca con gemiti trattenuti. Capitò un giorno che mio fratello venne nella mia stanza e con quell’aria un po’ da stronzo mi disse che sarebbe ritornato Francesco per trascorrere una giornata con noi in piscina. . Guarda, ti faccio vedere come devi fare”. Un tragitto corroborante, e appagante senza eguali …. si agitano ma non si tirano mai indietro… Non capivo più niente mi sentivo al massimo dell’eccitazione……la mia mano sul cazzo volava . Decidemmo poi di cambiare, andammo sotto la doccia tutti e due, ma questa volta era lui a succhiarmelo. capivo dentro di me che non si trattava di un semplice gioco ma di qualcosa di più. C’erano due contenitori pieni di sborra. Il resto le scivolò dalla faccia lungo il collo. “Ti va se ti apro il culo ora?” mi chiese stringendomi sempre più forte, all’inizio tentennai, non volevo ma poi mi feci coraggio, divaricai le gambe mettendomi come un pecora ed ero pronto a prenderlo dietro. Li inizio a prendere in bocca, uno alla volta mentre il portiere della squadra si avvicina e inizia a spingermi la testa, gli altri intanto formano una sorta di semicerchio intorno alla scena, cacciano tutti il loro cazzo fuori e iniziano a segarsi anche a vicenda come al solito. Ti ho “ordinato” di trattenere Reddy in culo fino al nostro arrivo, e la cosa, ti ha tenuto in eccitazione, fino al nostro arrivo. .

Sure:
Etiketler: Io e la mamma di Luca

Kategori:

Asiatico

Etiketler:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*