Added by on 6 settembre 2017

LA MIA PRIMA VOLTA SCOPATA DA DIETRO

. La feci mettere a quattro zampe sul letto, mi misi in piedi dietro di lei, aprì le chiappe con le mani, mi abbassai e la inculai in profondità, si lamentò dal dolore ma io cominciai a scoparla con tutta la forza che avevo in corpo, ogni colpo era più forte e profondo, mi chiedeva di continuare senza fermarmi, mi invitata a scoparla più forte, dopo averla scopata per parecchio tempo sentii che ero quasi al limite e mi fermai lasciandolo dentro, lei si voltò e mi chiese: – “Posso succhiare il cazzo a P. Una grande vetrata faceva da porta scorrelvoe per uscire sulla veranda in cui vi erano delle sedie a dondolo in legno, e una sdraio per mare, che cazzo centrava la sdraio di mare in tutto quello. . ”; – “Ciao tesoro, che bello sentirti, sono all’aeroporto che aspetto P. . : – “Spero che ti sei sfogato per bene perché stasera per te non sono disponibile, G. Era un esperto nel rendere quei maschietti delle autentiche troie da monta. . . Era il loro gesto di suprema umiliazione. Solito costume due pezzi ma che copriva il sederone (almeno quello) visto che la parte di sopra era quasi impossibile. . Ho messo il pilota automatico e non parlo se non a monosillabi. ” Carlo saltò su: “Ne ho letto, mi pare che si chiamino trans o qualche cosa del genere.

Sure:
Etiketler: LA MIA PRIMA VOLTA SCOPATA DA DIETRO

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*