Added by on 22 agosto 2017

La valle dei ragazzi – Capitolo 3

Tu, Gianni. Era troppo che aspettavo questo momento. . Ho potuto vedere poco della casa, prima di andare a dormire, ho solo notato che la casa è divisa in due zone principali; una, aperta al “pubblico” per così dire, cioè i clienti di Melany e un’altra, più interna e riservata che ho avuto modo di visitare, contrariamente alla prima. . Sono nella stanzetta messa a mia disposizione da Melany. Mi aveva proposto che se avessi voluto potevo usare la sua doccia prima di farmi una bendatura al ginocchio. . La Signora riceve solo su appuntamento e soltanto clienti abituali o referenziati. E magari anche a farti guardare da loro. Per non parlare del fondo schiena, perfetto valorizzato dai mini short talmente mini che lasciavano scoperto almeno un quarto di culetto. Ridavamo su questa situazione. Già. Io sono ancora completamente nuda e faccio per raccogliere i miei abiti. Ebbene, magari istintivamente, devo aver ragionato nel medesimo modo di sempre guardando quel culo, la fica gonfia e poco sopra quel buco appena aperto, era così eccitante pensare che lo avrei potuto allargare che di lì a poco avrei finito per riempirglielo di sperma; tutto troppo veloce per i miei gusti. quanti cazzi hai preso nella tua vita, finora? La domanda così diretta mi spiazza, ma sono determinata ad obbedirle meglio che posso. . . diamo un po’ un’occhiata da vicino a questa bella fighetta

Sure:
Etiketler: La valle dei ragazzi – Capitolo 3

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*