Added by on 9 ottobre 2017

Oscar

Non era alta, ma molto sexy, anche se aveva l’aspetto tutt’altro che da troia: indossava un cappottino di jeans, aveva una curiosa borsetta di cavallino sotto al braccio, e sotto si intravedevano delle calze velate, e un paio di stivali neri col tacco. Si mise a sedere, per apprendere come avrebbe passato la serata. Sia lei che il Maestro amavano le tradizioni, i vecchi sapori e le antiche storie da tramandare. La settimana dopo il giorno concordato, aspettai in albergo sicuro che Monica avrebbe ascoltato la voce della passerina, più che la sua parte razionale come avevano fatto tutte le donne con l’indole della schiava e della sottomessa che avevo conosciuto. Il suo Maestro mandava i messaggi sul suo cellulare, come se avesse avuto un telecomando fra le mani. Suono il campanello una volta . Trasparente come una nuvola ai raggi del sole, mia deliziosa Sara. Adesso puoi uscire. Decisi di aprire il microfono del PC, scrivendogli di ascoltare. Ho già fissato il tuo menu, che troverai delizioso, saldato il conto e ovviamente prenotato a nome di Rosetta Spina, un nome inventato. Erano delle nuove istruzioni: – Sara, adesso puoi aprire il pacco. Senza che nessuno sappia che sono lì, sotto di te, con il tuo cazzo tra le mani e la bocca piena di te”

Sure:
Etiketler: Oscar

Kategori:

Segretario

Etiketler:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*