Added by on 27 agosto 2017

Una bionda italiana cavalca sul letto il cazzone nero gigante del suo amico

. Tartine, salatini, pizzette, voulevant … cominciano a stappare il prosecco e bevono, parlano di come era bella la sposa, elegantissima, una pettinatura bellissima. Mi fermo a prendere dei preservativi al distributore automatico, comunque sia, sesso sicuro. Mi faccio coraggio. Ma è ora di lavorare anche perché la cucina va allestita, preparare la zona aperitivi, del pranzo, dove mettere la musica, insomma lasciatemi lavorare. Non sta più nella pelle che io mi sposi, così si impossessa della mia camera” “Non è vero, sono felice perché è il primo matrimonio che c’è in famiglia e domani mi voglio divertire, malgrado Alessio. CERTAMENTE CHE NO, ANZI È STATO DIVINO, SIETE STATI BRAVISSIMI . Ricomincio a scoparti, prendo i tuoi piedi li unisco e li porto alla mia bocca. Senza farmi accorgere dagli altri, con la mano sinistra mando un bacio al cielo, con l’altra, mi batto con il palmo della mano dove mi hai morso. . Mi accarezza le chiappe e scende passando le mani tra le cosce per arrivare ad accarezzarmi le palle per poi prenderle tra le mani con fermezza ma senza violenza e senza farmi male. Ma è ora di lavorare anche perché la cucina va allestita, preparare la zona aperitivi, del pranzo, dove mettere la musica, insomma lasciatemi lavorare. Mi riprendo e non posso fare a meno di notare il suo accompagnatore

Sure:
Etiketler: Una bionda italiana cavalca sul letto il cazzone nero gigante del suo amico

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*